LA CAPACITA’ DI CAPIRE GLI ALTRI TRA LE DOTI DI UN BUON LEADER DI IMPRESA

Un buon leader è olui che sa capire le persone e le loro motivizioni ha già un grande dono.

Secondo Napoleon Hill tutte le attività umane sono ispirate alle motivazioni basilari dell’esistenza, che sono

 

 
  • Sentimenti dell’amore 
  • Emozioni del sesso
  • Desiderio di guadagno materiale
  • Desiderio di autoconservazione 
  • Aspirazione alla libertà fisica e mentale 
  • Desiderio di esprimersi 
  • Impulso a perpertuare la vita dopo la morte 
  • Emozione della collera 
  • Sentimento della paura 

 

 

Avere il controllo totale del proprio atteggiamento mentale è la chiave principale della ricchezza. Un ruolo fondamentale giova l’esercizio dell’autodisciplina sui “reparti mentali” che possiamo in questo modo schematizzare. Al primo posto troviamo l’ego, la sede della forza di volontà, che può controllare tutti gli altri “reparti mentali” e le cui decisioni sono inappellabili. Dopo abbiamo le emozioni,intese anche come sentimenti; infatti è palese che gran parte delle persone si faccia dominare dai sentimenti e dalle emozioni. In terza posizioe troviamo la ragione che possiamo dire essere il compromesso fra emozioni e razionalità. Segue l’immaginazione, dove nascono le idee, i progetti e le tecniche per raggiungere gli obiettivi desiderati. Accanto all’ego ci sono la coscienza, guida morale della mente, e la memoria, archivio dei fatti registrati nella mente. 

 

Ecco quindi che diventa fondamentale l’atteggiamento di leadership intesa come relazione tra individuo e gruppo di persone e come in ogni relazione il successo dipende da entrambe le parti. La leadership quindi riguarda l’emozione, l’ispirazione, la motivazione, la capacità di entrare in contatto con gli altri e di saperli gestire. Da qui si deduce che non si può insegnare con “metodi tradizionali” come avviene per il management. 

 

 

I passi precedenti sono tratti dal libro.

 

Leader e Manager oggi, di Marco Grappeggia

Principi di leadership, new management, 

team building, time management, public speacking, communication, sale 

Edito dalle delle edizioni BTS 

 

LA CAPACITA’ DI CAPIRE GLI ALTRI TRA LE DOTI DI UN BUON LEADER DI IMPRESAultima modifica: 2012-10-06T12:55:49+00:00da grappeggiam
Reposta per primo quest’articolo